Cerca e Prenota
Località
Inizio soggiorno
Notti
Adulti
Età bimbi (es 6,8)
Alloggio
Cerca
elenco completo alloggi »

Castel Nanno

L'atmosfera di delicata tranquillità che oggi aleggia nelle campagne circostanti non basta a cancellare il macabro ricordo dei drammatici fatti di cui Castel Nanno fu testimone.
Una pietra incisa con tre croci rimane a perpetuo ricordo del rogo che arse, secondo la leggenda, tre giovani accusate di stregoneria nel lontano Seicento.   

LA STORIA
Del nucleo originario di Castel Nanno, costruito in epoca medievale dalla famiglia Nanno e distrutto poi dai Tono rimane solo una torretta diroccata a ridosso della facciata nord-est.
Dell'antica natura di roccaforte, la ricostruzione attuata a metà Cinquecento dalla famiglia dei principi vesovi Madruzzo, non conservò traccia; trasformando il castello in un'elegante residenza estiva il cui aspetto, più di ogni altro castello della Val di Non, si avvicina ai canoni rinascimentali italiani.
La struttura quadrata, di forti echi palladiani, è caratterizzata dalla robusta torre centrale e dalla cinta merlata, rafforzata agli angoli da quattro torrette di controllo.
I diversi piani del castello, le cui stanze ricordano per i soffitti lignei e per gli affreschi l’elegante e fastosa vita d’un tempo, sono collegati tra loro da una scala in pietra con parapetto a colonnine.  

LA LEGGENDA
Castel Nanno è anche cornice di una leggendaria e tragica storia d’amore: quella di Melisenda, figlia del padrone del maniero, e Ludovico, giovane rampollo della famiglia Sporo antica avversaria dei nobili di Nanno.
La leggenda narra di come i due giovani continuassero ad amarsi all’insaputa dei genitori fino a quando non furono scoperti dal padre della giovane che furibondo ordinò di far murare vivi i due amanti in due piccole nicchie poste sotto la scala maggiore del maniero.
Era la sera del 2 maggio di moltissimo tempo fa e da quel giorno, si dice, che ogni anno, durante le fresche notti di maggio, il lamento dei due giovani sfortunati riecheggi tra le mura dell’antico castello.    

Di proprietà privata, Castel Nanno rimane chiuso al pubblico.





 
Social Network
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Ti piace? Dillo
con Facebook
Diffondi su
Twitter
Fai +1 con
Google Plus
loading
loading
loading
loading
loading