Cerca e Prenota
Località
Inizio soggiorno
Notti
Adulti
Età bimbi (es 6,8)
Alloggio
Cerca
elenco completo alloggi »

Da Don al Santuario di San Romedio

Percorso in mappa:

001 copy.jpg
visualizza in alta risoluzione - stampa la carta in formata A4

Località di partenza e arrivo Don
Tempo di percorrenza 3 ore e 30 minuti
Difficoltà media - breve tratto attrezzato
Distanza 2D 8.8873 km
Distanza 3D 9.02655 km
Quota minima 686 m
Quota massima 976 m
Dislivello in salita totale 360 m
Dislivello in discesa totale 360 m
Distanza in salita 4.43 km
Distanza in discesa 4.43 km
Pendenza media della salita 8%
Pendenza media della discesa 8%
Pendenza massima della salita 24%
Pendenza massima della discesa 24%

Punti di ristoro: Un Ristorante e un bar nel paese di Don. Snack Bar presso il parcheggio del Santuario S. Romedio (aperto solo nei mesi estivi). Diversi bar e ristoranti nel paese di Sanzeno.
Punti di interesse: Santuario S. Romedio, Basilica di Sanzeno, Museo Retico a Sanzeno, Casa de Gentili, Palazzo Endrici a Don.
Note: Un breve tratto del percorso è attrezzato. Sono consigliati scarponcini da montagna ma non è necessaria l’attrezzatura specifica.

Profilo altimetrico:

001g (Custom).jpg

Descrizione percorso:
Questo sentiero è sicuramente il più suggestivo per raggiungere a piedi il Santuario di San Romedio anche perché ripercorre le antiche vie di pellegrinaggio dei viandanti diretti al famoso luogo di culto. E’ lungo questo tracciato tra l’altro che, secondo quanto narrato dalla leggenda, Romedio diretto a Trento avrebbe incontrato l’orso destinato a divenire suo compagno di eremitaggio.
Il paese di Don è il punto di partenza e arrivo di questo itinerario. Dalla piazza si prosegue per il cimitero e si posteggia l’auto nei pressi delle ultime case, accanto ad una segheria.
Si prende il sentiero CAI SAT n. 539 e, dopo un tratto pianeggiante dentro un fresco bosco di larici, si scende per mezzo di ripidi tornanti fino al fondo del canyon formato dal Rio San Romedio. Questo canyon è uno dei più profondi presenti in Val di Non,e nella parte superiore si allarga in una valle fluviale con una vegetazione lussureggiante. Raggiunto il fondo della gola inizia un’emozionante passeggiata in un ambiente ricco di echi di storia e spiritualità: solo mediante questo cammino infatti, prima dell’avvento dei mezzi meccanici, era possibile raggiungere il paese di Sanzeno e, per i pellegrini, il Santuario di San Romedio. In breve si arriva al parcheggio ai piedi del santuario a sua volta raggiungibile in pochi minuti attraverso un ripido sentiero di ciottoli.
Il Santuario di San Romedio, da sempre meta di pellegrinaggio per visitatori di tutto il mondo, si arrocca su uno sperone di roccia alto più di 70 metri a strapiombo sulla valle del Rio San Romedio. E’ costituito da un complesso di sette tra cappelle e chiesette collegate tra loro da una ripida scalinata di ben 131 scalini. Presso il Santuario è presente un’area faunistica dove sono ospitati alcuni esemplari di orso bruno, secondo la leggenda, fedele compagno dell’eremita. Dal Santuario è possibile raggiungere il centro storico di Sanzeno a piedi (60 minuti) o, in estate, mediante bus navetta. Qui merita una visita la Basilica dei SS. Martiri Anauniesi. Sempre dall’eremo è possibile inoltre imboccare, dopo un breve tratto di strada asfaltata, un secondo suggestivo itinerario ricavato nella roccia che in un’ora di cammino conduce sino al Museo Retico di Sanzeno, centro per l’archeologia e la storia antica della Val di Non.
Il rientro al paese di Don avviene ripercorrendo in salita il medesimo cammino dell’andata.

File per GPS e Google Earth
- clicca qui per scaricare il file per il tuo navigatore GPS (44KByte - .gpx)
- visualizza il percorso in Google Earth

Scarica e installa Google Earth

Ricerca altri percorsi