Cerca e Prenota
Località
Inizio soggiorno
Notti
Adulti
Età bimbi (es 6,8)
Alloggio
Cerca
elenco completo alloggi »

Da Sanzeno al Santuario di San Romedio

Percorso in mappa:

039 copy.jpg
visualizza in alta risoluzione - stampa la carta in formata A4

Località di partenza e arrivoSanzeno, Museo Retico
Tempo di percorrenza1 ora per la sola andata
Difficoltàfacile
Distanza 2D5.93 km
Distanza 3D6.25 km
Quota minima659 m
Quota massima747 m
Dislivello totale in salita504 m
Dislivello totale in discesa504 m
Distanza in salita2.46 km
Distanza in discesa2.65 km
Pendenza media delle salita20%
Pendenza media della discesa19%
Pendenza massima della salita26%
Pendenza massima della discesa23%


Punti di ristoro: Ristorantie bar nel paese di Sanzeno, Snack Bar presso il parcheggio del Santuario di San Romedio (aperto solo nei mesi estivi)
Punti di interesse: Santuario di San Romedio, Basilica dei Santi Martiri Anauniensi, Museo Retico

Profilo altimetrico:

039 (Custom).jpg

Descrizione percorso:
Suggestivo itinerario nella roccia realizzato sul tracciato di un antico canale irriguo ottocentesco. Rappresenta un’alternativa semplice e certamente più affascinante all’accesso al Santuario di S. Romedio con auto. Congiunge due importantissimi siti culturali: l’antico eremo di S. Romedio e il moderno Museo Retico, centro per l’Archeologia e la Storia Antica della valle.
L’itinerario ha inizio proprio di fronte all’edificio che ospita il Museo Retico, a nord dell’abitato di Sanzeno, dove è possibile posteggiare l’auto.
Il Museo Retico è il centro per la storia della Val di Non dall'era glaciale fino alla tarda antichità e contiene i più importanti reperti archeologici ritrovati sul territorio.
Dal lato opposto della strada statale si diparte una passerella in legno che dopo aver costeggiato in parte le campagne coltivate a meleto penetra nella roccia percorrendo l’intero percorso dell’antico canale irriguo. Si tratta di circa 2500 metri di sentiero, di cui 500 in roccia e altri 300 su passerella. Il tracciato è sicuro: un robusto parapetto in legno chiude la cengia artificiale. Alcuni scorci visti da questo “tunnel” aperto sullo strapiombo sono veramente da non perdere e danno la sensazione di essere parte della roccia madre.
Lungo il sentiero vi sono diverse pareti attrezzate per l’arrampicata.
Il percorso termina nei pressi dell’VIII stazione della bella Via Crucis marmorea che da Sanzeno conduce sino al santuario; da qui si continua ancora per pochi metri su strada asfaltata fino all’inizio della salita all’eremo di San Romedio su sentiero di ciottoli. Il Santuario di S. Romedio, da sempre meta di pellegrinaggio per visitatori di tutto il mondo, è costituito da un complesso di sette tra cappelle e chiesette ed è arroccato su uno sperone roccioso alto più di 70 metri. Presso il Santuario è presente un negozietto di souvenir, un bar e un’area faunistica nella quale sono ospitati alcuni esemplari d’orso.
Il rientro è possibile mediante la stessa via oppure, nei mesi estivi, usufruendo di un comodo bus navetta che conduce sino al Ristorante “Al Mulino” all’imbocco della valle. Da qui in pochi minuti si raggiunge il centro storico di Sanzeno dove è consigliabile una visita alla Basilica dei Santi Martiri Anauniensi, luogo simbolo della cristianizzazione della Val di Non, costruita sul terreno dove nell’anno 397 vennero martirizzati i santi Sisinio, Martirio e Alessandro. Dal centro del paese si fa ritorno al Museo Retico costeggiando la statale in meno di 15 minuti di cammino.

File per GPS e Google Earth:
- clicca qui per scaricare il file per il tuo navigatore GPS (32KByte - .gpx)
- visualizza il percorso in Google Earth

Scarica ed installa Google Earth

Ricerca altri percorsi