Mirella, la pioniera del "tortel de patate"

Mirella impara a cucinare fin da piccola. La sua mamma è malata e lei deve prendere il suo posto in cucina. Mirella si mette in piedi su uno sgabello davanti al focolare e la sua mamma dal letto le spiega tutti i passaggi che dove seguire per cucinare lo spezzatino, per impastare gli strangolapreti, preparare la minestra d'orzo e il "tortel del patate".

Poi mette su famiglia e il suo lavoro è portare avanti con il marito la piccola azienda agricola. Le giornate sono scandite dai ritmi delle mucche, del fieno e della coltivazione delle patate. La sera poi nella piccola cucina di casa sua dà il meglio di sé e prepara per la sua famiglia quei piatti che aveva imparato dalla mamma.

Mirella ha sempre vissuto a Mione di Rumo, una piccola frazione di 300 abitanti e abbarbicata sulla catena montuosa delle Maddalene. Casa sua si trova tra le vie strette vicino alla chiesetta di San Lorenzo ed è la classica casa di un tempo. Nel seminterrato ci sono gli avvolti con la cantina dedicata ai salumi, quella dove conserva le patate, la stalla che una volta era dei maiali e quella dove invece stavano le mucche. Nel portone di fianco all'ingresso c'è un androne e qui si trova l'affumicatoio. Lo si riconosce dalla porticina in legno sopra alla quale il muro si è tutto ingrigito. Dietro alla porta c'è uno stanzino minuscolo buio e nero con appesi delle enormi pezze di speck, lucaniche e cotechini. Tutti rigorosamente fatti in casa! Il cuore della casa però è la semplice cucina di Mirella con il focolare sempre accesso e la bellissima stube in legno con la sala da pranzo

Un giorno si presenta l’opportunità di ospitare un gruppo di studenti di geologia di Padova che devono passare un periodo ad esplorare la morfologia della zona. Mirella offre un alloggio spartano negli appartamenti di casa sua e per cena prepara per i ragazzi i piatti che ha sempre preparato per la famiglia. Così scopre che il mestiere di ostessa le riesce molto bene. I ragazzi sono entusiasti della sua cucina e della sua indole estroversa, Mirella dal canto suo si trova bene a nutrire i ragazzi e a dialogare con loro.

Decide dunque di aprire il primo agritur della zona: pochi tavoli a disposizione nella sua stube, piatti tipici che prepara da quando è piccola come il famoso "tortel de patate", del buon teroldego e chiacchiere a fine serata. Bisogna considerare che, mentre ora i locali di questo tipo sono diffusissimi e di moda, a quel tempo erano un’assoluta novità!

Ben presto, il fatto che si vada a cena non in un ristorante ma nella casa di qualcuno che cucinava, suscita curiosità anche tra i vip che soggiornavano in Trentino. Poco alla volta l’Agritur Mirella diventa sempre più frequentato, e Mirella finisce anche in una trasmissione televisiva.

Mirella possiede un amplissimo e divertente campionario di aneddoti di questi trent’anni che dona molto volentieri dopo cena. A noi è rimasta impressa la storia di quando, durante la sera di un capodanno, ha dovuto lasciare mestoli e grembiule per andare ad aiutare una sua vacca a partorire. Gli ospiti hanno interrotto il cenone e sono corsi in stalla con lei. Non solo hanno assistito al parto ma hanno anche aiutato il vitellino a venire alla luce. Sicuramente un capodanno indimenticabile!

Ora che il figlio fa il professore e fatica ad aiutarla come cameriere, a volte Mirella è stanca dei ritmi frenetici della cucina. Poi guarda il calendario pieno di prenotazioni per un sacco di tempo a venire, pensa alle persone che può nutrire e intrattenere e non può che esserne orgogliosa.

 

Non puoi non gustare...

pagine
El Tortel di patate

El "Tortel di patate"

Lui è il Re ed io la Regina della Val di Non!

Dettagli

Questa storia ti ha interessato? Vieni a conoscerla di persona!

Richiedi informazioni
  • PURE_MANGIARBENE
  • P_TORTEL
  • T_GENNAIO
  • T_FEBBRAIO
  • T_MARZO
  • T_APRILE
  • T_MAGGIO
  • T_GIUGNO
  • T_LUGLIO
  • T_AGOSTO
  • T_SETTEMBRE
  • T_OTTOBRE
  • T_NOVEMBRE
  • T_DICEMBRE
  • RATE_3
  • M_CULTURA_TRADIZIONE
  • M_GUSTO
  • M_PAESE

Richiedi informazioni

Per prenotare


-

Riceverai una mail con un link privato dove potrai:

  • confermare la tua volontà d’iscrizione
  • indicare le tue preferenze se previsto
  • esprimere il consenso ai diversi trattamenti

In futuro se vorrai potrai sempre modificare o cancellare il tuo profilo.



Azienda per il Turismo Val di Non
Via Roma, 21 - 38013 Borgo d'Anaunia TN

Se preferisci la mail diretta o parlare con qualcuno:
info@visitvaldinon.it - +39 0463 830133

Grazie!

Grazie per la tua iscrizione!

close

Iscriviti alla nostra newsletter


Riceverai una mail con un link privato dove potrai:

  • confermare la tua volontà d’iscrizione
  • indicare le tue preferenze se previsto
  • esprimere il consenso ai diversi trattamenti

In futuro se vorrai potrai sempre modificare o cancellare il tuo profilo.

Annulla
close

Credits

Sito Web ufficiale
Azienda per il Turismo Val di Non

Ringraziamo tutte le persone che hanno collaborato alla creazione di questo portale.

Concept, Design, Web

KUMBE DIGITAL TRIBU
www.kumbe.it | info@kumbe.it 

Destination Management System

Il portale integra il DMS Deskline 3.0 per le funzionalità di prenotazione alloggi ed esperienze.

feratel media technologies
www.feratel.it | info@feratel.it 

Foto e video

Per le immagini si ringraziano:

Francesca Padovan
Elisa Fedrizzi
Paolo Crocetta
Diego Marini
Elena Marini Silvestri
Gilberto Seppi
Giulia Stringari
IDM Südtirol
Tourismusverein Deutschnonsberg
Alex Filz
Hannes Niederkofler
Karlheinz Sollbauer
Georg Mair
Alessio Pellegrini
Andrea Pizzato
APT Trento, Bondone, Valle dei Laghi

Testi

Staff APT, KUMBE

Nascondi video