Cerca e prenota
Località
Inizio soggiorno
Notti
Adulti
Età bimbi (es 6,8)
Alloggio
Cerca
Elenco completo alloggi »

Santuario di San Romedio


Il Santuario di San Romedio
(732 m.) è uno dei più caratteristici eremi e testimoni della fede cristiana d’Europa. Sorge in Val di Non sulla vetta di uno sperone di roccia alto più di 70 metri dove, secondo la leggenda, Romedio di Thaur, avrebbe trascorso la sua vita in eremitaggio. Una ripida scalinata di 131 scalini conduce il visitatore fino alla sommità dello scoglio roccioso attraverso un complesso di cinque piccolissime chiesette sovrapposte. Tranquille passeggiate in Trentino tra meditazione e culto.
 
IL SANTUARIO E' APERTO TUTTO L'ANNO
INGRESSO GRATUITO

Attenzione! Fino ad aprile 2014,  causa lavori di ristrutturazione, alcune chiese rimangono chiuse al pubblico: la cappella dell'Addolorata è chiusa; la chiesa più alta, quella dedicata a San Romedio non è accessibile  e al momento non lo sono nemmeno le collegate Chiesetta di S.Vigilio e la Cappella delle Reliquie (sacello).
La fine lavori è prevista per il 30 giugno, dopo quella data presumibilmente il Santuario sarà agibile completamente. 
Dopo Pasqua comunque dovrebbe esserci un’apertura parziale e cioè:

1. Chiesetta /cappella dell’Addolorata CHIUSA PER LAVORI RESTAURO
2. Chiesetta / cappella di S.Giorgio APERTA
3. Chiesa di S.Michele Arcangelo APERTA
4. Chiesa di S.Romedio CHIUSA PER LAVORI RESTAURO. DOPO PASQUA VERRA’ APERTA PARZIALMENTE PER CONSENTIRE L’ACCESSO A:
• Chiesetta di S.Vigilio CHIUSA . VISITABILE PRESUMIBILMENTE DA DOPO PASQUA.

• Cappella delle Reliquie (sacello) CHIUSA. VISITABILE PRESUMIBILMENTE DA DOPO PASQUA.

Orario apertura Santuario: 
da ottobre ad aprile: 9,00 - 17,00
da maggio a giugno, e mese di settembre: 8,30 - 18,00
da luglio ad agosto: 8,00 - 19,00
Venerdì 1 novembre: momento di preghiera presso il cimitero sopra al santuario alle ore 11.00 (non si terrà la S.messa delle ore 9.00)

Per informazioni:
Santuario di San Romedio
tel. 0463.536198
Azienda per Il Turismo Val di Non tel.  0463.830133  info@visitvaldinon.it


SANTE MESSE

Le messe al Santuario vengono celebrate dal lunedì al venerdì ad ore 16.00 e la domenica e giorni festivi ad ore 9.00 e 11.00. 

Il sabato non vengono celebrate messe.

VISITE GUIDATE
Durante tutto l'anno è possibile prenotare visite guidate al santuario (Per informazioni: Azienda per il Turismo Val di Non tel. 0463.830133   
fax +39 0463.830161 e-mail: info@visitvaldinon.it )
  

COME SI RAGGIUNGE:
 
A PIEDI:

- Passeggiata panoramica nella roccia: partenza da Sanzeno c/o Museo Retico (loc. Casalini) Maggiori info...
- Sentiero SAT 539: con partenza dal paese di Don
- Da Tavon o da Coredo (loc. 2 Laghi): attraverso una tranquilla passeggiata nel bosco.
 
IN MACCHINA:

Dal piazza del paese di Sanzeno, inoltrandosi nella valle del Rio Romedio, seguendo le indicazioni per il santuario.

STORIA E LEGGENDA
Si narra di come, sul finire del X secolo, il nobile Romedio, erede della prestigiosa casata tirolese dei Thaur, chiamato dalla voce di Dio, abbandonate tutte le sue ricchezze, decise di cercare la vera felicità e la comunione col Creatore ritirandosi in meditazione sulla cima di una roccia. Alla sua morte, coloro che gli erano stati fedeli, scavarono nella roccia la sua tomba e diedero vita al culto che dal lontano anno 1000 si perpetua ancor oggi.  
A partire dalla prima cappella costruita nel XI secolo, la fede degli umili nel loro Santo protettore fece sì che venissero erette, nel corso dei secoli, l’una sopra le altre tre piccole chiesette, due cappelle e sette edicole della Passione, vere custodi della sacralità e della magia del santuario. La fede nel Santo in Valle era davvero forte, tanto che, a partire dal XV secolo le pareti lungo la scalinata che conduce alla tomba dell’eremita, si riempirono di oggetti ex-voto, segni dell’immensa fiducia dei pellegrini nel potere del Santo.  

L’ORSO DI SAN ROMEDIO
Il Santuario di S. Romedio è spesso ricordato anche per l’area faunistica adiacente l’ingresso in cui vive in semilibertà un orso, vera mascotte di tutti i bambini della Val di Non (attualmente è ospitato un orso di nome "Bruno"). La loro presenza in questo luogo di culto è legata alla leggenda secondo cui Romedio, ormai vecchio si sarebbe incamminato verso la città deciso ad incontrare il Vescovo di Trento Vigilio. Lungo il percorso il suo cavallo sarebbe stato sbranato da un orso, Romedio tuttavia non si diede per vinto e avvicinatosi alla bestia sarebbe riuscito miracolosamente a renderla mansueta e a cavalcarla fino a Trento.  
Maggiori info...

LA FESTA DI SAN ROMEDIO
Il 15 gennaio di ogni anno si festeggia il giorno di San Romedio con una messa ed il tradizionale piatto del pellegrino a base di trippe.


Per informazioni: Apt Val di Non tel. 0463.830133


 







 
Social Network
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Ti piace? Dillo
con Facebook
Diffondi su
Twitter
Fai +1 con
Google Plus
loading
loading
loading
loading
loading